Bouquet, il protagonista

Bouquet, il protagonista

Tra gli accessori che proprio non devono mancare in un matrimonio troviamo senza dubbio il bouquet.

Secondo la tradizione, questo particolare mazzo di fiori è l’ultimo omaggio che il futuro sposo fa alla sua promessa, chiudendo così con un gesto simbolico il ciclo del corteggiamento. La stessa tradizione, poi, impone che la sposa lo lanci alle ragazze ancora single al termine della giornata: si dice, infatti, che chi lo raccoglie al volo potrà trovare entro sei mesi l’uomo della sua vita.

La scelta del bouquet deve rispettare di norma qualche semplice regola. Esso dovrà essere leggero e composto da fiori in grado di non macchiare l’abito bianco della sposa; dovrà essere composto da fiori che possano durare ore senza appassire; dovrà essere dotato di un’impugnatura maneggevole per la sposa. Che sia tondo e compatto, aperto e voluminoso, composto da un solo fiore o a cascata, il bouquet dovrà sempre essere formato da fiori di stagione, scelti tenendo a mente il colore della pelle della sposa e, soprattutto, sue eventuali allergie.

Quella del bouquet è insomma una scelta da fare con cura, magari rimarcando, in una sorta di tradizione famigliare, quella fatta illo tempore dalla propria mamma o dalla propria nonna.